Il paese più lungo del mondo: Il Cile

Il paese più lungo del mondo

Già prima di partire per il sud America uno dei miei obiettivi era quello di visitare il Cile. Questo desiderio era dovuto da un lato perchè sono stato da sempre affascinato dai posti più “selvaggi” della terra, e dall’altro soprattutto perchè in Cile avevo molti amici conosciuti anni prima in Spagna, e da allora mai più rivisti. L’idea di poterli andare a trovare in un posto così lontano era troppo presente nella mia testa da non poter far altro che concretizzarla. E così, assieme ad un mio caro amico, abbiamo riservato due biglietti aerei con partenza da Buenos Aires e destinazione Santiago, con l’idea di trascorrere qualche giorno nella capitale cilena, e dopo andare a sud, verso Concepcíon, essendo i miei amici di lì.  Per quanto riguarda la compagnia aerea, abbiamo utilizzato quasi sempre Lan, una compagnia molto attiva e gettonata in America Latina. Tuttavia, il tema dei mezzi di trasporto è un argomento molto vasto, che esula da questa discussione, del quale parlerò in futuro in un articolo dedicato proprio a questo tema “come muoversi in sud America”. Per il momento, in questo primo articolo dedicato al Cile, vi racconterò della mia  avventura in questo splendido paese, fino ad ora il posto più lontano nel quale sia andato.

Santiago de Chile

La capitale cilena è sicuramente il cuore dell’intero paese. Si tratta di una città modernissima, ricca, e con mezzi di trasporto molto efficienti. Una classica città europea si potrebbe dire, e non per niente rispecchia la volontà dei cileni di “differenziarsi” dal resto dei loro vicini di casa e cercare di assomigliare al nostro continente. E in un certo senso ci sono riusciti, infatti se un giorno doveste arrivare a Santiago da Buenos Aires, noterete senza alcun dubbio una differenza abissale tra le due. Ciononostante, non è tutto oro ciò che luccica come si suol dire, e in effetti basta andare al di fuori della capitale per scoprire una realtà completamente diversa. Prima però vi voglio parlare di quello che fare nella capitale cilena e di come spendere il vostro tempo libero.

  • La prima cosa che chiunque arrivi a Santiago fa, o per meglio dire la prima cosa che chiunque per strada consiglia ai turisti, è la visita alla “Plaza de Armas”, la piazza principale da cui ha avuto origine la città, e quindi il centro di essa. E’ un posto molto particolare, dove si trova gente di tutti i tipi, in particolar modo artisti di strada e fanatici religiosi.
  • Da non perdere poi è il famosissimo “palacio de la moneda”, forse l’edificio più importante dell’intera città, a causa della sua rilevanza politica (è il palazzo presidenziale per parlarci chiaro), storica residenza del presidente Allende, suicidatosi proprio qui a causa di un colpo di stato nel 1973.
  • Un obbligo, e ripeto obbligo, è una passeggiata nel mercato centrale. E’ uno  dei mercati più importanti del mondo (avete capito bene!), dove si produce cibo freschissimo, generalmente pesce, e che vi darà l’idea del lato più popolare della città, con gridate e rumori provenienti da tutte le parti.

Per quanto riguarda la movida una menzione particolare la devo fare al famoso barrio Bellavista. Si tratta di un particolare quartiere dedicato ai giovani, pieno di ristoranti, pub e birrerie aperti tutto il giorno fino a tarda notte.  Ps: Hanno aperto il cien montaditos, l’unico in Sud America se non ricordo male, immaginate la felicità per un amante delle schifezze come me  :-).

In questo barrio si trova tra l’altro la famosa casa di Pablo Neruda, la “Chascona”. La sua visita è stata la cosa più emozionante fatta nella capitale cilena. Il solo pensiero di poter vedere con i propri occhi i luoghi dove quello che è stato uno dei poeti più grandi di tutti i tempi si rinchiudeva, conoscere le sue abitudini, la sua storia, le lettere a Matilde, è come se mi avesse portato indietro nel tempo. Oggi la Chascona è una casa-museo aperta al pubblico, e raccomando a chiunque vada o si trovi di passaggio di Santiago, di visitare questo posto magico. (per vedere le foto scendete sotto)

Come ultimo vorrei spendere due parole su dove dormire e come spostarsi a Santiago. Ricordate che si tratta pur sempre di una capitale, così che ci sono numerosi ostelli e Bed and Breakfast a prezzi accessibili, proprio vicino la Plaza de Armas per chi volesse pernottare in centro. Quanto ai mezzi di trasporto, la metropolitana di Santiago è molto efficiente, e arriva tranquillamente nei posti più importanti della città. Tuttavia anche i taxi non sono proibitivi, anzi, può capitarvi di trovare qualche italiano (come è successo a noi), che ci ha portato in giro per la città a un prezzo stracciante :P.

Questa prima parte del mio viaggio nel paese più lungo del mondo finisce qua. La nostra avventura doveva continuare, il sud era ancora un mondo tutto da scoprire. Concepción e le ande ci stavano aspettando…

Alcune foto di Santiago 

IMG_3937

IMG_3842

IMG_3845

IMG_3849

IMG_3883

La casa di Pablo Neruda (Chascona)

IMG_3920

IMG_3919

 

IMG_3931

 

IMG_3917

IMG_3911

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*