Le 10 regole del viaggiatore

12991778_10207140827733409_1962092360_o

Durante i miei viaggi, ho sempre cercato di vivere ogni esperienza in modo diverso, come se ogni volta che partivo fosse la prima volta. Nonostante tutto però, tra le tante emozioni che si vivono nelle diverse avventure, non ho potuto fare a meno di sceglierne dieci che proprio non posso permettermi di evitare, tanto che sono diventate le mie 10 regole del viaggiatore.

1.  Apprendere qualche parola del paese che si visita

Il mio consiglio è quello di imparare le parole basiche, come il saluto o il modo di ringraziare. Questo servirà  non per chiedere informazioni ovviamente, ma per farvi apprezzare dalle persone del posto. Credetemi, se c’è una cosa che ho imparato, è che anche poche parole con un locale possono fare la differenza. Dimostratevi vogliosi di apprendere, chiedete come si dice una determinata parola in quella lingua, siate curiosi!

2. Fotografare i dettagli

Siamo tutti bravi a farci la foto davanti un monumento o rilassati su una spiaggia. Risultato: Si avranno le stesse foto di chiunque altro. Quello che vi consiglio è di essere originali, cercare di immortalare momenti che altri non penserebbero nemmeno. provare a vedere il posto in questione non solo con gli occhi di quello che avete visto su internet prima di partire, ma con i vostri occhi. E soprattutto, non è vero che la foto migliore la potete scattare solo voi,  anzi, a volte le foto migliori sono quelle che hanno voi stessi come dettagli. Chiedete a un passante o a chiunque vogliate come volete che vi scatti la foto (non serve un fotografo professionista). Vi assicuro che a volte rimarrete davvero sorpresi dal risultato.

3. Chiedere aiuto alle persone locali

Se ci fosse una classifica tra le 10 regole, metterei questa qui in prima posizione senza alcun dubbio! Per quanto la tecnologia di oggi possa essere avanzata, e le informazioni online davvero infinite, non c’è niente di meglio che chiedere indicazioni e consigli alle persone del posto. Non c’è internet che tenga, niente e nessuno sa meglio di loro quello che state cercando, e per quanto all’inizio possiate essere in difficoltà, troverete sempre quello che cercate.

11150830_10206378487324016_4875173996275774806_n

4. Guardare il tramonto almeno una volta

Questo è un must che qualsiasi viaggiatore dovrebbe fare, e non a caso è una delle mie regole preferite. E’ il classico momento in cui sei tu faccia a faccia con il mondo, tu e nessun altro. E’ vero, come disse qualcuno, che il sole è sempre lo stesso. Ma è anche vero, aggiungo io, che l’emozione è sempre diversa.

Best sunrise of my life

5. Conservare un ricordo di ogni luogo

Per quanto le fotografie siano fondamentali, solo un oggetto vero e proprio vi farà pensare “Io lì ci sono stato!”. Può essere qualsiasi cosa, un gadget, una tazza, le monete locali (Io per esempio devo avere almeno una moneta e una banconota del posto che visito). Cercate semplicemente di non tornare a mani vuote, sarebbe un vero peccato…

12986487_10207140961736759_1293567338_o

6. Essere positivi

Parliamoci chiaro, i viaggi non sono sempre rose e fiori. Incontrare qualche difficoltà è normalissimo, e a volte il rischio è quello di demoralizzarsi. Quello che vi consiglio è di non perdere mai la positività. Pensate che in quel momento siete in un posto diverso dal solito, al di fuori della routine quotidiana, e che molti altri vorrebbero essere al vostro posto. Un detto diceva “credete che l’avventura sia pericolosa? Provate la routine, è letale”.  Paradossalmente anche le difficoltà fanno di un viaggio la sua unicità.

7. Adattarsi alla cultura del posto

Ricordate: non siete nel vostro paese, la cultura e le abitudini sono diverse dalle vostre. Bisogna sempre rispettare il diverso, e del resto è anche per questo che si viaggia, no? Viaggiare rimpiangendo continuamente la propria cultura è la perfetta antitesi di un viaggiatore. Quello che caratterizza i viaggi è la diversità, e del resto ogni viaggio non insegnerebbe nulla di nuovo se non fosse per la sua caratteristica di essere sempre diverso.

8. Farsi amici

Cosa c’è di più bello del fare conoscenza e mantenere i contatti con persone in ogni parte del mondo? Oggi abbiamo la fortuna di cliccare un tasto sul nostro telefono e aggiungere chiunque su twitter, facebook, instagram ecc. Perchè non sfruttarli? Uno dei grandi vantaggi dei social è che ci permettono di stare in contatto con gente che forse non rivedremo più! Ed è veramente soddisfacente poter dire di avere amici in Marocco, in Argentina, o in Portogallo per fare un esempio 😉

Lunch in the desert

9. Vivere ogni esperienza nella sua totalità

Non tornate a casa con il rimpianto di non aver fatto qualcosa che volevate fare. Per quanto possibile, cercate di vivervi tutto, di far in modo che il viaggio diventi vostro. Potete veramente dire di aver viaggiato solo quando non sarete più dei visitatori esterni, ma vi sentirete parte di esso. Ridete, scherzate, divertitevi, vivete le difficoltà sorridendo. E vi garantisco che dopo essere partiti una volta, non vorrete fermarvi più…

10. La tua regola

Io ho scritto le mie nove regole indispensabili durante le mie avventure, voi dovete scrivere la decima. Pensate al viaggio come ad un recinto, che però invece di essere chiuso ha la porta aperta. E’ proprio perchè questa porta rimane sempre aperta che ogni viaggio può regalare un numero infinito di emozioni, non solo tra persone diverse, ma anche alla stessa persona che magari prima di partire ha aspettative completamente diverse da quelle che poi effettivamente vivrà…

Spero che questo articolo vi sia piaciuto, e sono veramente curioso di sentire le vostre opinioni a riguardo. Se volete altre informazioni, vi ricordo di iscrivervi al sito inserendo semplicemente la vostra email. Un saluto 😉



Un pensiero su “Le 10 regole del viaggiatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*